Area riservata

Newsletter

Nome:
E-mail:

Link

Siti amici, partners o semplicemente di interesse che vi segnaliamo. Accedi
 53 visitatori online

Una teoria per i tributaristi

Questo sito vuol contribuire a una teoria della tassazione, conciliando quella ragionieristica attraverso le aziende con quella valutativa attraverso gli uffici. Pur cercando di essere comprensibile da tutti, parte da aspetti facilmente inquadrabili dagli operatori del settore. www.giustiziafiscale.com   si rivolge invece direttamente agli opinion makers e agli esponenti della pubblica opinione. Sull'organizzazione sociale in generale www.organizzazionesociale.com

Home Economia, diritto e tributi Video: I pilastri del Diritto Tributario
Video: I pilastri del Diritto Tributario PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Economia, diritto e tassazione
Scritto da Emiliano Covino   
Lunedì 02 Novembre 2009 22:15
I Quattro pilastri del diritto tributario

Commenti

avatar mauro franchi
0
 
 
ADDIO AI VALORI STORICI?
Abbiamo da sempre studiato che il criterio del costo storico appartiene ai capisaldi che informano il TUIR in generale, sia da un punto di vista civilistico (per le regole bilancistiche) che fiscale. Questa chiave di lettura, oggi, mi pare di poter concludere, non rispecchia più la realtà dei fatti. Anche la finanziaria 2010 proroga, per l'ennesima volta, i vari provvedimenti di rivalutazione di inizio anni 2000 (in particolare per terreni e partecipazioni), senza parlare poi delle "rivalutazioni", ormai introdotte a regime, già da due anni, per conferimenti, fusioni e scissioni. E non si dimentichi, nemmeno, il riallineamento dei valori riguardanti i bilanci dei soggetti IAS. Il tutto ovviamente mediante tassazione premiale "dell'annullamen to", medianto incremento dei costi, delle plusvalenze latenti. Lo "strano" è il constatare che queste operazioni si sono radicate a livello tributario proprio nel momento in cui i loro presupposti "scientifici" sono venuti meno: infatti, periodi di forte inflazione, fortunatamente, non si sono più verificati da quando i vari stati europei hanno stretto il sodalizio relativo alla moneta unica. Quindi, l'unica spiegazione logica è quella relativa a manovre di "drenaggio fiscale", che trovano una giustificazione, più che di coerenza di sistema, (salvo che per i provvedimenti di inizio anni 2000) nelle esigenze incamerare entrate da parte dell'erario. Occorrerà, perciò, cercare di capire se tutto questo potrà avere un effetto di "trascinamento" o "condizionamento" sul resto del sistema fiscale, a partire dal reddito d'impresa, con particolare riguardo al regime delle c.d. operazioni straordinarie.
Per postare commenti o rispondere è necessario loggarsi.
 

Copyright © 2009 Fondazione Sudi Tributari | Tutti i diritti riservati | CF/P.IVA 97417730583

PixelProject.net - Design e Programmazione Web