Area riservata

Newsletter

Nome:
E-mail:

Link

Siti amici, partners o semplicemente di interesse che vi segnaliamo. Accedi
 54 visitatori online

Una teoria per i tributaristi

Questo sito vuol contribuire a una teoria della tassazione, conciliando quella ragionieristica attraverso le aziende con quella valutativa attraverso gli uffici. Pur cercando di essere comprensibile da tutti, parte da aspetti facilmente inquadrabili dagli operatori del settore. www.giustiziafiscale.com   si rivolge invece direttamente agli opinion makers e agli esponenti della pubblica opinione. Sull'organizzazione sociale in generale www.organizzazionesociale.com

Home Particolarità IVA fornitori -clienti in senso materiale e giuridico: riflessioni sulla fattura
fornitori -clienti in senso materiale e giuridico: riflessioni sulla fattura PDF Stampa E-mail
Particolarità IVA
Scritto da Raffaello Lupi   
Domenica 15 Aprile 2012 20:24

Il principale documento della amministrazione aziendale, quello che supporta e giustifica il titolo dei pagamenti è la fattura, redatta dal fornitore, ricevuta dal cliente, che integra l'aspetto finanziario dell'operazione. Negli uffici di contabilità aziendale si registrano milioni di fatture , perchè sulle fatture si erge

la trama dei conti, e sui conti si ergono i  bilanci e le dichiarazioni. Beh, quando tutto coincide, chi ha fatto materialmente la prestazione e ricevuto il pagamento , emette la fattura verso chi ha ricevuto la prestazione ed ha pagato, non ci sono problemi particolari. Come avviene, per fortuna, nella maggior parte dei casi. Purtroppo, però, non sempre è così semplice, perchè qualche volta chi effettua la prestazione materialmente è diverso da chi fattura, e chi  effettua il pagamento può essere diverso da chi riceve il servizio. Al limite potrebbe accadere che un soggetto diverso  da chi  ha ricevuto il servizio paga a un beneficiario  diverso da chi ha reso materialmente il servizio. Allora "cosa segue" la fatturazione? Segue le prestazioni  materiali  o i rapporti giuridici? L'alternativa è meno radicale di quanto sembri, perchè i rapporti giuridici sono una fase ulteriore rispetto alle prestazioni materiali. Voglio  dire che la fattura è "il titolo documentale" di una vicenda aziendale, e sarebbe opportuno  consentisse di ripercorrere entrambi  questi passaggi. Di cui è anteriore in ordine logico quello materiale, o meglio  "sostanziale" e segue poi quello giuridico. Ma in azienda non c'è tempo per scrivere romanzi, e la fattura -dopotutto- nasce come ricevuta , ricevuta del pagamento, e da questo "richiesta di pagamento". Quindi nella prassi aziendale è "il pagamento che traina le fatture", se tizio paga la fattura di un fornitore , viene identificata la prestazione....cioè che il fornitore viene pagato per quella prestazione....non c'entra che l'abbia fatta al solvens o a un terzo. La prestazione del fornitore è stata pagata da qualcuno, indicato come "cliente" in quanto  "pagante" sulla fattura medesima. Certo, sarebbe più chiaro che l'emittente della fattura scrivesse sopra, intestando la fattura a tizio, per prestazioni rese a caio. Ma non c'è nulla di male ad essere pagati da tizio per una prestazione resa a caio. Il fornitore non ha conoscenza legale, nè deve averla, del rapporto intercorrente tra chi ha ricevuto  materialmente la prestazione (cliente materiale)  e chi effettua il pagamento, cioè il cliente giuridico. Ci possono essere mille motivi per cui il fornitore viene invitato a farsi pagare da un terzo. ma qui ci sono grandi spazi per i processi verbali di disquisizione e "l'inferno del dichiarato".  "Immaginiamo che una fondazione o una società, un terzo , paghi una prestazione di un artigiano alla signora Marisa. Siccome c'èa che l'andazzo del rilievo "interpretativo per omessa fatturazione"...basato sulla mancata fatturaizone alla signora, verso cui è stata materialmente resa la prestazione....con totale irrilevanza della fattura fatta alla persona sbagliata, considerata anche fattura per operazioni  inesistenti...mentre quella emessa verso la persona giusta è omessa fatturazione. Cribbio, in una volta sola, e con una piroetta di diritto abbiamo beccato una fattura per operazioni inesistenti ed una omessa fatturazione...due piccioni con una fava e vai con le statistiche!!!!!

 

Commenti

Per postare commenti o rispondere è necessario loggarsi.
 

Copyright © 2009 Fondazione Sudi Tributari | Tutti i diritti riservati | CF/P.IVA 97417730583

PixelProject.net - Design e Programmazione Web