Area riservata

Newsletter

Nome:
E-mail:

Link

Siti amici, partners o semplicemente di interesse che vi segnaliamo. Accedi
 48 visitatori online

Una teoria per i tributaristi

Questo sito vuol contribuire a una teoria della tassazione, conciliando quella ragionieristica attraverso le aziende con quella valutativa attraverso gli uffici. Pur cercando di essere comprensibile da tutti, parte da aspetti facilmente inquadrabili dagli operatori del settore. www.giustiziafiscale.com   si rivolge invece direttamente agli opinion makers e agli esponenti della pubblica opinione. Sull'organizzazione sociale in generale www.organizzazionesociale.com

Home Particolarità IVA aumento aliquota iva e ventilazione (che non congela l'aliquota del 20)
aumento aliquota iva e ventilazione (che non congela l'aliquota del 20) PDF Stampa E-mail
Particolarità IVA
Scritto da Raffaello Lupi   
Mercoledì 14 Settembre 2011 19:51

Se ci si mette dal punto di vista teorico, e della sistematizzazione, ci si riesce a divertire persino  con la ventilazione IVA per i commercianti al dettaglio, dove la divisione per aliquota delle vendite viene fatta in proporzione alla divisione degli acquisti per aliquota IVA, ed ho letto che secondo Rizzardi

si potrebbe continuare ad applicare il venti percento fino a che non arrivano  fatture di acquisto al ventuno (lo ha scritto  in un articolo sul sole e in uno in corso di pubblicazione sul corriere tributario). E' un altro dei casi in cui bisogna contemperare semplicità, precisione e testo normativo, nonchè capire la funzione economica degli  istituti , per retroagire alla natura giuridica. Quindi bisogna chiedersi se la ventilazione serve ad individuare "nuove aliquote IVA" oppure a "pilotare" la ripartizione tra le aliquote esistenti. Nel caso in esame , di mutamento dell'aliquota ordinaria, appare chiaro che "il venti vale ventuno" e quindi dopo l'entrata in vigore dell'aumento, la tesi più convincente è che l'aliquota del venti sparisce , e i vecchi  acquisti al venti servono per determinare la percentuale dei corrispettivi che invece va al ventuno. Insomma, non c'è alcuna ultrattività dell'aliquota del venti , causata dalla ventilazione. Su questo  dovremmo essere tutti  d'accordo perchè il caso è facile, ma mettiamo che ci siano passaggi interni alle aliquote IVA dove quello che era al 4 va al 10 , uno  che era al dieci  va al quattro e via discorrendo. Bisognerebbe utilizzare le fatture vecchie per aliquote nuove. Cioè chiedendosi a quale aliquota nuova, dopo la modifica, corrisponde l'aliquota della fattura di acquisto. Se pensate che c'è stato anche un grave dubbio  sulla ventilazione al netto o al lordo dell'IVA sugli acquisti, discusso su dialoghi, e poi risolto nel senso del "lordo" dopo varie prove numeriche. Insomma, le simmetrie fiscali servono anche alla teoria.

Commenti

Per postare commenti o rispondere è necessario loggarsi.
 

Copyright © 2009 Fondazione Sudi Tributari | Tutti i diritti riservati | CF/P.IVA 97417730583

PixelProject.net - Design e Programmazione Web