Loading...

Area riservata

Newsletter

Nome:
E-mail:

Link

Siti amici, partners o semplicemente di interesse che vi segnaliamo. Accedi
 55 visitatori online

Una teoria per i tributaristi

Questo sito vuol contribuire a una teoria della tassazione, conciliando quella ragionieristica attraverso le aziende con quella valutativa attraverso gli uffici. Pur cercando di essere comprensibile da tutti, parte da aspetti facilmente inquadrabili dagli operatori del settore. www.giustiziafiscale.com   si rivolge invece direttamente agli opinion makers e agli esponenti della pubblica opinione. Sull'organizzazione sociale in generale www.organizzazionesociale.com

Home Occultamento ricavi Forse l'avrebbero fatto tutti
Forse l'avrebbero fatto tutti PDF Stampa E-mail
Occultamento ricavi
Scritto da Raffaello Lupi   
Sabato 19 Settembre 2009 00:00

La vicenda di un avvocato di un grande studio legale  (vedi articolo del corriere della sera) conferma quanto sosteniamo in termini di teoria della tassazione analitico aziendale: l'occasione fa l'occultamento dei compensi. Quando il cliente è molto ricco, ma 

 

è una persona, non una organizzazione, la parcella è "importante", come si dice pudicamente, scattano esattamente i meccanismi mentali del salumiere, del penalista di provincia, di chi affitta le case in nero, di chi si butta malato e via enumerando. E' un altro colpo alla spiegazione moralistica dell'evasione e dell'adempimento. O meglio la spiegazione moralistica c'è, ma riguarda tutta la collettività nel suo complesso, gli Italiani, gli spagnoli, i tedeschi, etc.. non i baristi, gli avvocati, i tassisti, i parastatali, i bancari, i proprietari di immobili, i falegnami o i fisioterapisti  Nessuno può dare lezioni di morale, la morale è collettiva, abbiamo tutti una morale uniforme nello stesso gruppo sociale..c'è chi rischia di più perchè è spregiudicato, bisognoso di soldi, malato, megalomane, senza vergogna, oppure c'è chi rischia di meno perchè è in pace col mondo e non ci vuole stare a pensare....ma sono casi rari...Per il resto le tasse si pagano quando qualcuno ce le chiede e appunto, quando si pensa che nessuno ce le chiederà, come nel caso in esame, anche chi abitualmente le paga è indotto in tentazione. Fa i suoi calcoli. Il rischio è solo che i clienti, oltre ad essere importanti, siano anche visibili e litigiosi. Ma quante eredità di famiglie meno importanti o meno litigiose saranno state sistemate da avvocati che si sono fatti pagare in questo modo, senza che nessuno scoprisse nulla? Sta nel sistema, che quando la prestazione è resa da strutture non organizzate a clienti privati si tenda a nascondere. Non ci sono onesti e disonesti, ma piuttosto "prudenti o avventurosi", con le infinite sfumature intermedie delle scienze sociali, che analizzano i comportamenti umani e sono il prerequisito per capire anche la tassazione.

.

Commenti

Per postare commenti o rispondere è necessario loggarsi.
 

Copyright © 2009 Fondazione Sudi Tributari | Tutti i diritti riservati | CF/P.IVA 97417730583

PixelProject.net - Design e Programmazione Web